I casi

Negli ultimi 40 anni Kroll ha seguito casi che hanno attirato l’attenzione del pubblico a livello mondiale e il valore del lavoro svolto da Kroll è stato ampiamente riconosciuto.

Di seguito riportiamo solo alcuni dei casi più importanti dei quali ci siamo occupati.

Case Study: Indagine sui “Gun Show”, New York City
Kroll è stata incaricata dall’amministrazione della città di New York di effettuare un’indagine sotto copertura sulla vendita illegale di armi nei “gun show”, le fiere delle armi da fuoco che si svolgono in tutto il paese. L’attività di investigazione di Kroll ha riguardato sette gun show in tre diversi stati: Ohio, Tennessee e Nevada. I nostri investigatori hanno avvicinato i venditori di armi, prospettando loro una delle seguenti situazioni, entrambe chiaramente illegali: (1) un venditore privato sarebbe disposto a vendere un’arma ad una persona che, per sua stessa ammissione, probabilmente non supererebbe i controlli previsti dalla legge? (2) Un rivenditore autorizzato venderebbe armi a un soggetto che chiaramente agisce come prestanome ad esempio di criminali che altrimenti non potrebbero comprare armi? Il 70% dei venditori avvicinati da Kroll ha venduto armi a persone che si presentavano come criminali o prestanome di criminali. Il resoconto dettagliato sull’indagine, “Gun Show Undercover: Report on Illegal Sales at Gun Shows” e una selezione di video sull’intera operazione si trovano su www.gunshowundercover.org. (2009)

 

Case Study: Indagine sulle irregolarità commesse nella banca islandese Glitnir prima del crollo nel 2008
Kroll è stata incaricata dal Resolution Committee nominato dal governo islandese di indagare su possibili transazioni irregolari avvenute nella banca Glitnir prima del crollo. Lo scopo dell’indagine era rintracciare e cercare di recuperare i fondi sottratti sia dai responsabili degli atti illeciti sia da coloro che ne avevano tratto profitto. (dal 2009 ad oggi).

Case Study: Revisione dei sistemi di controllo interni di Autotete
Kroll è stata ingaggiata dall’ufficio legale di Autotote, leader mondiale nella fornitura di servizi e sistemi per la gestione delle scommesse, a seguito di uno scandalo che ha fatto tremare il mondo sportivo.
Un programmatore dell’Autotote aveva individuato un punto debole del sistema di comunicazione che collegava tutti gli ippodromi degli Stati Uniti e ne aveva approfittato per creare una falsa vincita da 3 milioni di Euro sulla Breeder Cup, una delle corse ippiche più importanti degli Stati Uniti. Per essendo chiaramente estranea ai fatti e non responsabile dell’accaduto, Autotote ha incaricato gli esperti di sicurezza finanziaria ed informatica di Kroll di effettuare una verifica sui sistemi di controllo interni della società e di fornire assistenza per condurre una revisione dell’intera attività. Le preoccupazioni di Autotote si sono finalmente risolte quando il team di Kroll ha identificato l’origine della violazione del sistema e ha testato l’efficacia delle nuove misure di sicurezza adottate della società.


Case Study: Corso su security and emergency management per SMG
Dopo l’11 settembre, per SMG, la più grande società al mondo di gestione di impianti sportivi e ricreativi, la sicurezza è diventata una priorità assoluta. Ogni anno, più di 50 milioni di persone varcano i cancelli di arene, stadi e centri congressi gestiti da SMG. Nell’ambito delle misure adottate per proteggere i propri impianti da attacchi terroristici, SMG ha chiesto a Kroll di tenere un programma di formazione di due giorni su sicurezza e gestione delle emergenze in occasione dell’assemblea annuale dei manager del 2002. Il successo dell’iniziativa ha portato allo sviluppo di una duratura collaborazione sui problemi della sicurezza, che comprende non solo controlli alle strutture, ma anche programmi di formazione.

Case Study: La rete finanziaria di Saddam Hussein
Il governo del Kuwait ha incaricato Kroll di indagare sulla rete finanziaria creata dal dittatore iracheno Saddam Hussein per occultare fondi in occidente. Le indagini di Kroll hanno permesso di ricondurre a Saddam Hussein una serie di società-schermo e prestanome titolari di fondi per milioni di dollari.

Case Study: Compliance Shopper Summary
Grazie alla propria rete di consulenti presente negli Stati Uniti, Kroll ha potuto indagare in totale riserbo per conto di una importante società di consulenza aziendale e di un istituto di credito per verificare il rispetto da parte dell’istituto delle leggi e normative che regolamentano i prestiti. Fornendo informazioni fittizie, i consulenti Kroll hanno presentato richiesta per diversi strumenti di credito e hanno di volta in volta redatto un resoconto sul trattamento che è stato riservato a tali richieste. Negli stati in cui la legge lo consente, le conversazioni sono state registrate. Kroll ha presentato più di 200 richieste di prestito “fittizie” presso sportelli di filiali dislocate in più di 18 stati.P>   
Le informazioni sopra riportate sono fornite nel pieno rispetto degli obblighi di riservatezza nei confronti dei nostri clienti.

 

Contattaci

Trova professionista per:




Kroll - I casi Negli ultimi 40 anni Kroll ha seguito casi che hanno attirato l’attenzione del pubblico a livello mondiale e il valore del lavoro svolto da Kroll è stato ampiamente riconosciuto. I casi